ATTIVITA' PROGETTUALE

L'attività, che prevede la partecipazione personale degli alunni a tutte le fasi dell'iniziativa, si articola in vari momenti. All'indagine iniziale, atta a rilevare interesse e volontà di partecipazione all'iniziativa, segue una fase preparatoria. Momento quest'ultimo dall'alta valenza decisionale per gli alunni, che debbono stabilire tempi, metodi e attività, tra cui scegliere con l'aiuto degli insegnanti e in base ad i loro interessi e alle loro capacità, gli argomenti da trattare, valutando le soluzioni possibili, sviluppando la parte teorica del progetto, ed individuando le risorse necessarie alla realizzazione dei singoli progetti. Questi progetti, presentati da singoli, da gruppi, o da classi intere, debbono rispondere a criteri di interdisciplinarietà, debbono essere realizzabili con materiali ed attrezzature disponibili nella scuola oppure, qualora si dovesse procedere al loro acquisto, non troppo costosi. Nella fase attuativa, che si svolge in orario extracurricolare da febbraio ad aprile, alunni ed alunne sono supportati da un tutor-adulto che funge da guida metodologica e li assiste nella realizzazione del progetto. Le competenze richieste in questa fase consistono nel saper risolvere problemi, nel saper cooperare, coordinare e negoziare, nel saper controllare processi e far fronte agli imprevisti. Abilità comunicativo-relazionali contraddistinguono l'ultima fase dell'attività progettuale. L'esposizione finale, effettuata solitamente nei mesi di aprile/maggio, avviene in appositi stand, allestiti dagli alunni stessi, i quali curano anche l'accoglienza degli ospiti all'inizio del percorso e presentano i progetti esposti illustrando le caratteristiche, l'utilità, i pregi e i difetti delle loro creazioni. Da diversi anni sono stati infine istituiti dei premi che vengono assegnati ai progetti più originali e tecnicamente significativi. La premiazione finale, lungi dal voler trasmettere un modello competitivo, costituisce un importante momento di riconoscimento che solo per motivi economici non può essere esteso a tutti in virtù dell'impegno profuso. Due sono i momenti in cui si articola la valutazione: ad una di tipo tecnico-scientifico ad opera di una commissione, i cui criteri vertono sul sapere appreso, sui compiti realizzati e sui prodotti ottenuti, segue un secondo riconoscimento, denominato "premio simpatia", che viene invece attribuito dal pubblico che visita la mostra durante le tre giornate di apertura della manifestazione.

TUTTO TECNOSOFT